I giorni della merla

Le previsioni meteorologiche hanno annunciato l’arrivo del freddo polare a partire da oggi e, coincidenza oppure no, la tradizione popolare attende questo periodo definendolo “i giorni della merla”, ovvero i giorni più freddi di tutto l’anno.
I contadini, profondamente legati ai ritmi della natura, leggono in queste giornate la previsione delle temperature primaverili, stagione di semina e fioritura: più le giornate sono fredde, più la primavera sarà bella e calda. La leggenda popolare si basa proprio sulla disputa tra il gelo ed una merla bianca che, illusa il freddo fosse finito, fu costretta a rifugiarsi in un camino tingendosi del nero della fuliggine.
Passeggiando con occhio attento è possibile incontrare moltissimi esemplari di questo splendido uccello dal becco arancione e pettirossi dalle piume carminio: perché non approfittarne per raccogliare le tracce dei “giorni della merla”? Impronte, foglie ghiacciate, cieli grigi, senza dimenticare la macchina fotografica che permette di fermare in un’immagine il saltellìo di un merlo nero.