Rinofiorito

Primo premio, categoria scuola primaria Scuola Dusino San Michele (AT), insegnante Psiche Cotti.

 

Il progetto si sviluppa all’interno della scuola primaria di Dusino San Michele e trova la sua origine in una caccia alla bellezza a cui Alunni ed insegnanti hanno partecipato nel dicembre 2020.

L’artista Maurizio De Rosa aveva in quell’occasione messo a disposizione delle piccole renne di terracotta ma le insegnanti erano state colpite dal fatto che, tra le sue opere, vi fosse un rinoceronte, simbolo della scuola. Per tale ragione l’artista è stato ricontattato per portare avanti un laboratorio sulla lavorazione dell’argilla che si è svolto all’aperto in un’area denominata Ecocampus Amici di Rino. Nasce durante questi appuntamenti la proposta dei bambini di realizzare un rinoceronte gigante d’argilla all’interno dell’Ecocampus.

 

“Tutte le attività sono state svolte all’aperto, si è trattato di laboratori effettuati sempre in gruppo, in cui ogni partecipante si è sentito  capace al pari degli altri. Interessante è stato vedere che adulti e bambini hanno le stesse possibilità di azione e di gratificazione.

L’outdoor education inoltre ha permesso a tutti di vivere in spazi all’aperto e ha annullato quasi del tutto i conflitti, anzi ha accentuto la capacità collaborativa e la condivisione di buone pratiche.

La didattica degli ambienti ha permesso di conoscere meglio e sfruttare lo spazio al fine di ricavare da esso risorse e stimoli.

Rinofiorito inoltre è un tipo di intervento artistico che può rientrare nella categoria “site specific” (specifiche di un luogo) Questo tipo di intervento è caratterizzato dal fatto che solitamente non si manifesta nei luoghi convenzionali dedicati all’arte, ma viene pensato e realizzato in un luogo specifico ed è in stretta relazione con l’identità di quel luogo, con le sue caratteristiche spaziali, con la sua storia e con la sua comunità.”

 

Per realizzare il progetto è stato necessario coinvolgere sia la comunità scolastica che realtà presenti all’interno del territorio che hanno lavorato in sinergia per rendere possibile la realizzazione dell’opera d’arte, inaugurata ufficialmente il 29 Maggio 2022.

 

LZ