Liberi di essere selvatici

“Non si può fare a meno di un’esperienza di selvatichezza. È un passaggio obbligato per la crescita e non può essere obbligato da nessuno. Il bambino stesso sceglie i suoi tempi e la natura è lì, pronta ad offrire la sua ricchezza all’immaginazione, alla fisicità, al pensiero.
Non è utopia. È forza istintiva e profonda, oggi coperta da chili di condizionamenti: siamo selvatici e abbiamo profondo bisogno di dialogare con la Natura, per prendercene realmente cura e per prenderci cura di noi che le apparteniamo.”
Emanuela Bussolati, Liberi di essere selvatici, ANDERSEN la rivista e il premio dei libri per ragazzi301 – aprile 2013