Taccuini

I taccuini rappresentano una delle modalità con cui prende forma la possibilità di sostenere l’incontro tra bambini, adulti e natura. Ogni taccuino propone alcune esplorazioni per condividere del tempo all’aperto. La forma non è quella della raccolta di attività, ma piuttosto della lente di ingrandimento: il taccuino si propone come un focalizzatore di sguardi, che invita a coltivare la competenza osservativa, a farsi domande, a discutere ipotesi.
Questa sua “natura” duttile e flessibile lo rende utilizzabile con bambini di età differenti, sia in situazioni educative e didattiche, sia in quelle familiari. Ogni proposta è un pretesto, una possibilità, da utilizzare così com’è o da modificare come si ritiene più utile, lasciando però aperte le questioni e seguendo il filo di ciò che emerge dal campo.
Adulti e bambini si sperimentano così nel ruolo di esploratori, intesi come coloro che percorrono luoghi poco noti per conoscerli, ma più ancora come ricercatori curiosi che nel procedere dell’esperienza coltivano le proprie domande e ne costruiscono di nuove (Guerra, 2013).
In questo senso, scegliere l’ambiente esterno come contesto di gioco e apprendimento permette anche agli adulti di esercitarsi non tanto nel rispondere alle questioni che esso sollecita, quanto nell’esplorarle ed approfondirle stando accanto ai bambini nelle loro ricerche.
In natura (e forse anche all’interno), i bambini non hanno, infatti, bisogno di adulti che si limitino a vigilare o a trasferire contenuti, ma con cui “andare nella Terra”. Questo si traduce nel dare spazio alla relazione tra bambini e natura favorendo la libertà di iniziativa, ponendosi vicini, in una posizione di osservazione e ascolto, che permetta di sostare nello spazio e nel tempo apprezzando lo stare e il guardare, di coltivare i loro fuochi di interesse senza l’urgenza di giungere a delle soluzioni.
Il taccuino, allora, non può che essere un punto di partenza, che apre a possibilità non completamente prevedibili e certamente non orientate a priori, quelle di un’educazione che è naturale innanzitutto perché è vicina alle curiosità più autentiche dei bambini.

Taccuino per Bambini

Nel mese di Marzo sulla Rivista Bambini

Taccuino BeN primavera 2015

Taccuino BeN inverno 2014

Taccuino BeN estate 2014