La natura allunga la vita

Le vacanze sono un momento in cui i bambini spesso trascorrono molto più tempo con i nonni; oltre agli indubbi vantaggi che queste esperienze portano con sé per il travaso di conoscenze che i più anziani trasmettono ai più piccoli, non è da sottovalutare l’indubbio beneficio che l’esperienza in natura ha anche sui più anziani.

Può il contatto quotidiano con la natura influire sulla salute e sul benessere anche degli anziani?

I risultati di un recente studio su paesaggi terapeutici e benessere nelle generazioni più vecchie sottolinea l’importanza del contatto quotidiano con la natura per il benessere anche in età avanzata. Gli ambienti naturali sono noti perché possono promuovere la guarigione fisica, mentale e spirituale, in quanto è riconosciuto che le persone possono ottenere benefici per la salute trascorrendo tempo all’aperto, spesso in luoghi remoti “lontani da tutto”.
Ma in che senso si definisce la natura? Tale concetto fa spesso riferimento a foreste incontaminate o a laghi situati in luoghi isolati; ma ci si può anche riferire alle piante di casa in vaso, agli alberi lungo una strada, o ad una fontana in un parco o un cortile.
Uno studio dell’Università del Minnesota ha indagato come due elementi naturali specifici abbiano impatto sul benessere fisico, mentale e sociale dei più anziani: lo “spazio verde” e lo “spazio blu”.
• Spazi Verdi: è il termine comunemente usato per descrivere aree naturali selvagge o ambienti urbani come parchi, giardini, boschi
• Spazi Blu: sono ambienti acquatici in aree naturali o urbane dove troviamo acqua ferma o corrente, come laghi, oceani, fiumi, fontane o ruscelli
L’accesso alla natura è una componente chiave del benessere e spazi verdi e blu possono essere in grado di fornire alle persone più anziane l’opportunità di migliorare la salute fisica, il benessere mentale, le connessioni sociali e la qualità della vita. Fino ad oggi, pochi studi parlano dell’associazione tra accesso alla natura e qualità della vita, ma indubbiamente l’accesso ad ambienti naturali può fornire quotidianamente l’opportunità agli anziani per svolgere diverse attività fuori casa. Questo è importante per la qualità della vita senile, in quanto diminuisce la noia, l’isolamento e la solitudine, così come aumenta l’autorealizzazione e il senso di avere uno scopo. Gli spazi blu e le attività che in essi si possono svolgere, in particolare, forniscono l’opportunità dell’assenza di peso nello svolgimento dell’attività fisica e fisioterapica.
Spazi verdi e blu accessibili e sicuri offrono dunque anche in età avanzata opportunità significative per il benessere generale ovvero:
Benessere fisico: perché l’anziano è motivato ad essere fisicamente attivo, migliorando la forza muscolare, il movimento articolare, la funzionalità fisica generale;
Benessere mentale: per il senso di rilassamento e di riduzione dello stress che gli ambienti naturali suscitano, ancor più ove vi siano anche destinazioni verdi e blu combinate insieme (una passeggiata in un parco boscoso lungo un fiume, ad esempio);
Benessere sociale: perché le esperienze piacevoli in natura sono in grado di ridurre i timori di isolamento, favoriscono le interazioni sociali pianificate (ad esempio nelle uscite con la famiglia e gli amici) o non pianificate negli spazi verdi pubblici, dove si attua anche uno scambio multi-generazionale, specialmente in prossimità di parchi pubblici con campi e parco giochi.
Le odierne strategie di sviluppo urbano e di sanità pubblica devono ancora concepire la possibilità di utilizzo della natura come ottimale risorsa di salute per gli anziani e l’idea che questi fattori anche nel contesto locale possano nutrire e sostenere un invecchiamento sano. Occorre una politica pubblica che dia priorità alla creazione e al mantenimento di spazi blu e verdi e dove apportare modifiche infrastrutturali che possano promuovere la mobilità degli anziani, sostenendo così la salute delle persone di tutte le età.
Trascorrere del tempo in natura, cosa che riteniamo fondamentale per i bambini, lo può essere anche per i meno giovani, e dunque generazioni distanti possono e devono essere accomunate nel godimento del vantaggio dell’esperienza di quotidiana di esplorazione delle meraviglie naturali.

Nonni

Per approfondire
(Traduzione e adattamento di CO)